Sabato, 16 novembre 2019

Cinema indipendente e diritti

Tradizioni e modernità del Nordafrica contemporaneo

Cinema indipendente e diritti

ISPI - Palazzo Clerici (Via Clerici 5, Milano) | ore 14.00 

 

con Djamila Amzal (attrice e regista, Venezia), Vermondo Brugnatelli (docente di cultura araba ed etnolinguistica, Università di Milano-Bicocca), Abderrahmane Krimat (documentarista, Algeri), Caterina Roggero (ricercatrice in storia del Nord Africa, Università di Milano-Bicocca)

In collaborazione con Associazione Culturale Berbera

 

In occasione della presentazione del libro di Caterina Roggero, il focus passerà da una panoramica della storia regionale e delle varie fasi storiche che hanno coinvolto i cinque paesi nordafricani (Marocco, Algeria, Tunisia, Libia ed Egitto) ad alcune specifiche tematiche: la relazione tradizione/modernità e la legislazione concernente i diritti delle donne nelle società contemporanee nordafricane. Il racconto dei due temi scelti sarà affidato a due registi indipendenti nordafricani che illustreranno le basi teoriche e le visioni alla base dei documentari e film che hanno diretto, nonché le reazioni che hanno suscitato nei loro paesi di origine. Dopo gli interventi e il relativo dibattito è prevista la proiezione di due pellicole dei registi ospiti. L’evento – rivolto a un pubblico vario e generico, non specialistico – ha lo scopo di raccontare la storia contemporanea e l’attualità nordafricane attraverso le immagini e il pensiero di due esponenti del cinema indipendente regionale. Al termine dell’evento saranno offerti al pubblico tè e pasticcini della tradizione berbera.

 

LIBRO PRESENTATO: C. Roggero, Storia del Nord Africa indipendente: tra imperialismi, nazionalismi e autoritarismi. Bompiani, 2019

Per approfondire
  1. Metref, K. (2019). Algeria tra autunni e primavere. Multimage.
  2. Calchi Novati, G., & Roggero, C. (2018). Storia dell’Algeria indipendente: dalla guerra di liberazione a Bouteflika. Giunti.
  3. Trentin, M. (2017). L’ultimo califfato: l’organizzazione dello Stato islamico in Medio Oriente. Il mulino.
  4. Hourani, A., Brugnatelli, V. & Ruthven, M. (2017). Storia dei popoli arabi: da Maometto ai nostri giorni. Mondadori.
  5. Borrillo, S. (2013). Femminismi in Marocco tra politiche di genere e movimenti sociali. Alcune evoluzioni recenti. Genesis, 12(1), 117-139.
  6. Guasconi, M. E. (2012). Declino europeo e rivolte mediterranee. Giappichelli.
  7. Rizzo, S. (2012). Le rivoluzioni della dignità: 18 mesi di proteste, di repressione e di rivoluzioni che hanno cambiato il mondo arabo. Ediesse.
  8. Brugnatelli, V. (2012) Libia inedita. Paralipomeni della tirannomiomachia. L'Asino d'Oro.
  9. Maffettone, S., &  Pföstl, E. (2011). Società civile e minoranze tra tradizione e trasformazione nell'area del Medio Oriente e del nord Africa. Apes.
  10. Bernardi, B. (2011). Africa: tradizione e modernità. Carocci.
  11. El Khayat, G., Bonino E., & Perlino, A. (2009). Cittadine del Mediterraneo: il Marocco delle donne. Castelvecchi.
  12. Rivera, A., & Arkoun, M. (2002). L’inquietudine dell’islam: fra tradizione, modernità e globalizzazione. Dedalo.