Collezioni

Allo scopo di arricchire le proprie collezioni, la Biblioteca di Ateneo ha investito in due specifiche direzioni:

  • risorse elettroniche (e-book, e-journal, banche dati)
  • fondi speciali, librari o archivistici (composti da documenti di diversa natura quali carteggi, atti, epistolari ecc.).

 

Le diverse collezioni costituiscono il patrimonio bibliografico della Biblioteca, che comprende libri in formato cartaceo ed elettronico, periodici cartacei ed elettronici, libri antichi e manoscritti, audiovisivi, CD-ROM e DVD ROM, carte geografiche e banche dati.

I dati sul patrimonio sono aggiornati ogni anno e resi pubblici.

Attraverso il catalogo unico Curiosone, è possibile cercare qualsiasi tipo di materiale partendo da un’unica maschera di ricerca e spaziando in tutte le collezioni della Biblioteca.

La maggior parte del materiale cartaceo della Biblioteca è collocato a scaffale aperto, cioè è direttamente accessibile agli utenti.

I libri sono collocati in base alla struttura della Classificazione Decimale Dewey (CDD), uno schema universale di classificazione per disciplina; grazie a questo criterio di collocazione gli utenti possono trovare direttamente a scaffale altri libri affini a quello cercato, che possono risultare interessanti per le loro ricerche.

Il patrimonio della Biblioteca è costantemente arricchito e aggiornato da nuove acquisizioni, devono risultare coerenti con le caratteristiche delle collezioni esistenti e rispondenti alle esigenze di ricerca e di didattica nei settori disciplinari rappresentati in Ateneo. Le acquisizioni avvengono tramite acquisto, scambio o donazioni, la cui accettazione è soggetta a precise disposizioni.